Categoria: Luce e Gas

Come si richiede il Bonus Luce Energia per le famiglie in difficoltà?

Come si richiede il Bonus Luce Energia per le famiglie in difficoltà? Chi ne ha diritto? Quali sono i requisiti? Tutto quel che devi sapere per risparmiare

Il Bonus Luce Energia consiste in uno sconto in bolletta sull'energia elettrica riservato alle famiglie in difficoltà economica, numerose o con basso reddito. L'agevolazione è prevista anche per le malattie gravi che richiedono l'uso di macchinari medici per la sopravvivenza del malato.

Andiamo a vedere in dettaglio chi ne ha diritto, come si richiede e i requisiti per ottenere il bonus luce energia.

Chi ne ha diritto? Quali sono i requisiti?

Il bonus energia è riservato a tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica in possesso dei seguenti requisiti:

- Isee non superiore a 8.107,5 euro;
- Nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e un Isee non superiore a 20.000 euro;
- Nucleo familiare in possesso di Reddito o Pensione di Cittadinanza.

Come si richiede il Bonus Luce?

La domanda per richiedere il bonus luce energia deve essere presentata al Comune o al Caf, con gli appositi moduli. Anche chi ha un Reddito o una Pensione di Cittadinanza deve seguire lo stesso iter.

Quali documenti servono per presentare la richiesta?

I documenti necessari per presentare la domanda per il bonus luce, consultabili anche sul sito Arera, sono:

- Carta di identità valida
- Isee valido
- Modulo A compilato scaricabile qui
- Eventuale allegato D di delega scaricabile qui
- Allegato CF con i componenti del nucleo Isee scaricabile qui

Le famiglie numerose dovranno inoltre compilare anche:

- Allegato FN (scaricabile qui) per il riconoscimento delle famiglie numerose, con Isee superiore a 8.107,5 euro ma entro i 20.000.

I possessori del Reddito o della Pensione di Cittadinanza dovranno indicare anche il numero di protocollo.

Dove trovo i moduli per presentare la domanda?

I moduli per richiedere il bonus luce energia sono disponibili su SGAte (il sistema informativo per gestire le operazioni e per verificare i requisiti) o presso i Comuni.

Quanto vale e come si riceve?

Gli importi previsti per il bonus luce energia dipendono dal numero dei componenti familiari, ed è annualmente aggiornato delle Autorità.

Attualmente il valore del bonus è il seguente:

- Famiglie composte da 1-2 componenti = 132 euro
- Famiglie composte da 3-4 componenti = 161 euro
- Famiglie composte da più di 4 componenti = 194 euro

Il bonus energia è scontato direttamente sulla bolletta elettrica in 12 mesi. Quando l'agevolazione verrà approvata, in bolletta ci sarà un'apposita dicitura nella sezione "totale servizi di rete - quota fissa" con il dettaglio e l'ammissione della compensazione.

Lo stato di avanzamento della richiesta può essere verificato:

- Presso l'ente dove la richiesta è stata effettuata: Comune o Caf;
- Tramite numero verde 800.166.654;
- Sul sito www.bonusenergia.anci.it, nella sezione "Controlla online la tua pratica".

Le credenziali di accesso sono rilasciate dal Comune o dal Caf presso cui si è presentata la richiesta.

Per quanto tempo è riconosciuto il Bonus Luce Energia?

Il Bonus Luce Energia è valido per 12 mesi. Alla scadenza sarà possibile il rinnovo della domanda.

Come si richiede il Bonus Gas per le famiglie in difficoltà? Chi ne ha diritto? Quali sono i requisiti? Tutto quel che devi sapere per risparmiare sul gas

Rinnovo e variazioni

Come si rinnova il Bonus Luce?

È possibile rinnovare il bonus per disagio economico se sussistono ancora i requisiti. La richiesta di rinnovo deve essere presentata agli Uffici Comunali o al Caf entro 1 mese dalla scadenza. Il sistema SGAte notifica ai clienti la scadenza per ricordare il rinnovo.

Cosa succede in caso di variazioni (famiglia/reddito/fornitura)?

Le eventuali variazioni possono essere comunicate al sistema al momento della richiesta di rinnovo.

Per variazioni sul bonus luce energia si intende:

- Cambio del numero dei componenti familiari;
- Cambio della situazione patrimoniale e reddituale;
- Cambio di indirizzo della fornitura.

Per i primi due punti le variazioni possono essere comunicate al momento del rinnovo. In caso di variazione dell'indirizzo della fornitura è necessario recarsi al Comune o al Caf.

Cosa succede in caso di cambio del fornitore di energia elettrica?

Il bonus continua ad esser erogato anche con il cambio del fornitore senza interruzioni.

Il Bonus Luce Energia può essere sospeso?

L'erogazione del bonus luce può essere sospeso per diversi motivi:

- Dati anagrafici non corretti;
- Isee non veritiero;
- Il contratto di energia elettrica passa da "uso residente" a "non residente";
- Il contratto viene intestato ad un altro soggetto (voltura o subentro);
- La tariffa dell'energia passa da "uso domestico" a "uso non domestico".

SGAte avviserà in caso di interruzione del bonus con i relativi motivi. Qualora non avessi più i requisiti per l'agevolazione devi informare il tuo venditore; in caso contrario verrà attivata la procedura di recupero delle somme.

Potrebbe interessarti anche: "Bonus Gas, chi ne ha diritto e come richiederlo"

Vuoi risparmiare su Luce o Gas? Compara i diversi fornitori e scopri il più conveniente. Il risparmio inizia da Compara&Risparmia!


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM   © concept & design ITM | ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. | contact | Privacy

P.I.: 10517020011