BLOG

bolletta energia elettrica sbagliata

Mercato libero dell'energia o Servizio di Maggior Tutela: come scegliere

Mercato libero dell'energia o Servizio di Maggior Tutela? Un dilemma che con il passare dei mesi si sta facendo sempre più pressante.

Il mercato tutelato si basa sulle tariffe uniche che l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema idrico (AEEGSI) stabilisce ogni tre mesi.

Il mercato libero dell'energia è fondato sulle compagnie private, che possono decidere i prezzi secondo le leggi della libera concorrenza (anche se le tariffe sono tutelate dall’AEEGSI). La conclusione che ne deriva è presto detta: la Maggior Tutela non lascia spazio a un’ampia gamma di proposte; l’unica scelta possibile è quella tra tariffa monoraria e tariffa bioraria, con prezzi più vantaggiosi se si tratta della prima casa.

Il mercato libero dell'energia offre, invece, un maggior ventaglio di proposte; tuttavia, la libertà di scelta non è sempre sinonimo di risparmio: l’inclusione di servizi e prodotti aggiuntivi può contribuire alla lievitazione della bolletta. Per uscirne, c’è una sola soluzione: scegliere l’offerta che più si avvicina alle tue esigenze.

Compara e Risparmia è nato proprio per questo. Per aiutarti a compiere i giusti passi all’interno di questo scenario  a selezionare la tariffa che meglio si sposa con le tue abitudini di consumo. Accedere alle migliori offerte disponibili sul mercato è semplice e veloce: non dovrai fare altro che inserire il tuo CAP e la tua attuale Compagnia, per poter consultare le migliori tariffe, tutte in un’unica pagina.

Come possono convivere il mercato libero dell'energia e il Servizio di Maggior Tutela?

Fino alla fine di luglio 2019, quando il Servizio di Maggior Tutela sarà definitivamente superato, il mercato energetico italiano prevede la coesistenza di entrambi i regimi.

Permessa dalla legge di liberalizzazione del settore elettrico, la nascita del mercato libero dell'energia è avvenuta solo pochi anni fa e, sebbene le compagnie possano scegliere in piena autonomia le tariffe, queste ultime sono sottoposte al controllo dell’AEEGSI. Una tutela in più per i consumatori finali.

A oggi, i fornitori possono operare all’interno di entrambi i regimi, purché rispettino una condizione. Quella di utilizzare nomi differenti per le offerte appartenenti al mercato libero dell'energia e al Servizio di Maggior Tutela. A farlo sono, ad esempio, Acea, Eni ed Enel.


Non sei soddisfatto del tuo fornitore Luce e Gas? Compara i diversi fornitori energetici e scopri le offerte più vantaggiose per te.

Potresti risparmiare fino a 250€  ⇓⇓


Potrebbe interessarti anche