Categoria: Guide e Consigli

subentro e voltura

Tra traslochi e cambi di casa, ci sono anche le questioni utenze da risolvere. Ecco una breve guida a voltura e subentro, che ti servirà anche per capire come gestire alcune situazioni con i fornitori.

Voltura e subentro sono due situazioni diverse, che richiedono tempistiche differenti per chi arriva in una nuova abitazione o ha cambiato fornitore di luce e gas.

La principale differenza tra voltura e subentro è che la prima riguarda un contatore attivo, a cui va cambiato l’intestatario dell’utenza, mentre per il subentro si sta parlando di un contatore disattivato in precedenza.

Voltura e subentro quanto costano?

Solitamente bisogna calcolare un costo che si aggira a poco meno di 80 €. Per voltura e subentro bisogna infatti calcolare il costo di una marca da bollo, quello per oneri amministrativi e un contributo fisso, che in caso di subentro può essere maggiorato dal fornitore.

Quali sono le tempistiche per voltura e subentro?

Per la voltura i tempi sono molto brevi. Tra il ricevimento delle informazioni e l’avvio della pratica, il minimo è di 4 giorni lavorativi. Il subentro luce e gas ha invece tempistiche differenti che dipendono dal tipo di utenza. Per quella gas i giorni lavorativi minimi sono 12, mentre per un subentro di un contratto gas sono 7.

A tal proposito, in caso di ritardi da parte del distributore, al cliente spettano dei rimborsi.

Offerte Enel luce e gas

Cosa serve per fare una voltura o un subentro?

Per fare un subentro o una voltura non sono richieste particolari modalità, e il tutto può essere fatto comodamente al telefono. Ricordati sempre di affidarti ad esperti del settore luce e gas, e non a improvvisati “consulenti” dell’ultimo minuto: potresti trovarti con un contratto attivato a tua insaputa.

Leggi anche: come evitare il cambio di gestore senza consenso.

Ecco quindi tutto ciò che devi tenere a portata di mano per una voltura o un subentro:

  • carta di identità e codice fiscale dell’intestatario;
  • ultima autolettura del contatore;
  • codice POD per le utenze luce e codice PDR per quelle gas;
  • per i contratti luce la potenza impegnata;
  • per la voltura, l’indirizzo di chi dovrà ricevere la bolletta di chiusura del contratto.

Ricorda comunque che in caso di morosità del precedente intestatario, dovrai dichiarare di non avere rapporti di parentela per evitare così di farti carico delle bollette non pagate dai precedenti inquilini o affittuari di una casa.

Risparmio in bolletta

Se sei un nuovo inquilino che deve scegliere un fornitore luce e gas, anche in caso di voltura o subentro affidati a Compara e Risparmia: troverai tariffe convenienti e prezzi sempre vantaggiosi per le tue utenze!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011