Categoria: Guide e Consigli

Sospensione fornitura gas: in quali casi il fornitore ha la facoltà di chiedere al distributore che venga interrotta l’erogazione? Quando invece è illegittima e dà diritto al consumatore ad essere indennizzato?

Sono tanti i motivi per cui si può risultare morosi nel pagamento delle bollette del gas: dimenticarsi di pagare le utenze può succedere, soprattutto se non si ha la domiciliazione bancaria delle stesse.

Potrebbe interessarti anche: domiciliazione bancaria delle bollette, ecco perchè conviene.

Dopo le dovute comunicazioni sul ritardo nel pagamento, il fornitore ha diritto di chiedere la sospensione della fornitura del gas. Al contatore verranno apposti dei sigilli, che non dovranno essere rimossi. Gli unici autorizzati a farlo sono i tecnici che, una volta saldate tutte le bollette o in caso di subentro da parte di un nuovo utente, provvederanno a riattivare la fornitura. Rimuoverli per provare a riattivare l’erogazione del gas costituisce a tutti gli effetti un reato penale.

Sospensione fornitura gas, modi e tempi

La sospensione della fornitura può avvenire solo e soltanto dopo aver rispettato la corretta procedura di notifica al cliente moroso.

Ecco cosa deve aver fatto il fornitore precedentemente alla sospensione fornitura gas:

  • Costituzione in mora: l’azienda che fornisce gas al tuo appartamento deve inviarti una raccomandata in cui fissa una data entro la quale deve essere saldata la bolletta non pagata e indica le modalità con cui va comunicato l’avvenuto pagamento.

Dalla data di notifica della messa in mora, il cliente ha diritto ad avere a disposizione almeno 20 giorni dall’emissione della raccomandata per regolarizzare la propria posizione debitoria, o 15 giorni dall’invio della stessa. Se non effettua il pagamento nei tempi stabiliti, allora il fornitore ha a ancora 3 giorni per procedere con la richiesta di sospensione. La fornitura non potrà comunque essere sospesa nei weekend, il venerdì, e nei giorni festivi e prefestivi. È illegittima anche la sospensione senza previa comunicazione della messa in mora con raccomandata e non solo, in quel caso il consumatore ha anche diritto ad un risarcimento.

Indennizzi per la sospensione fornitura gas

Il fornitore ti ha sospeso la fornitura del gas senza averti notificato la messa in mora? Ti è stata inviata la notifica ma ti ha illegittimamente interrotto l’erogazione del gas prima del termine utile per saldare le bollette arretrate? In questi casi, il consumatore ha diritto ad un indennizzo da parte del fornitore che ha agito non rispettando le modalità e i termini con cui si procede alla sospensione fornitura gas.

Se hai avuto dei problemi con il tuo attuale fornitore di gas o, semplicemente, trovi che la tariffa che ti applica non sia conveniente, sei nel posto giusto!

Compara e Risparmia è l’innovativo portale che in pochi click ti mostra le migliori offerte gas. Scoprile subito e inizia a risparmiare!

 


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011