Categoria: Guide e Consigli

bolletta persa

La bolletta è un semplice foglio di carta che, come tanti altri, può andare facilmente perso. Come fare a recuperare un duplicato della bolletta persa?

Se non hai ancora attivato il servizio di bolletta digitale sul portale online del tuo fornitore, e ti fai ancora spedire la versione cartacea della bolletta, è probabile che possa capitare di perderla.

Perderla vorrebbe poter dire che dovrai pagarla in ritardo, con tutti i disagi che ne conseguono.

In caso di bolletta persa, è sempre possibile chiedere un duplicato della bolletta, per evitare che venga interrotta la fornitura di luce o gas per morosità.

Bolletta persa? Richiedila al tuo fornitore

Logicamente, il tuo fornitore di luce e gas ha tutto l’interesse nel metterti nelle condizioni di pagare la bolletta: ti sarà quindi semplice reperire un duplicato mettendoti in contatto con il servizio clienti.

A volte per farsela spedire una seconda volta il fornitore chiede un contributo per le spese postali, che viene poi aggiunto alla prima bolletta utile.

Se pensi sia andata persa dopo essere stata spedita, sempre contattando il fornitore o accedendo alla tua area clienti potrai capire se è stata inviata una bolletta che non hai ancora ricevuto.

Ben diverso è perdere una bolletta, o meglio, la ricevuta del suo pagamento: se non riesci a trovarla e ti venisse richiesto nuovamente il pagamento, potrebbe essere difficile provare che non devi pagarla una seconda volta. Non è frequente che capiti, visto che le verifiche sui pagamenti delle bollette sono fatte di frequente e comunque dopo un certo numero di anni il fornitore non può più esigerne più il pagamento.

Leggi anche: prescrizione bollette, ecco quando non bisogna più pagarle.

Per evitare di perdere la bolletta dopo averla ricevuta, che non ti venga recapitata o di smarrire la ricevuta di pagamento, ti consigliamo non solo di attivare il servizio di bolletta digitale per riceverla via e-mail, ma anche di assicurarti che vengano pagate e di averne la prova con la domiciliazione bancaria delle utenze.

In questo modo sarai sempre sicuro di non essere in ritardo nei pagamenti e di poter dimostrare di aver saldato tutte le bollette.

Essere sempre puntuali con i pagamenti è indispensabile, soprattutto se si decide di cambiare fornitore. Passando al nuovo fornitore, verrà fatta una verifica dei pagamenti rimasti in sospeso e, se le bollette non pagate fossero troppe, il nuovo contratto non verrebbe attivato.

Se hai deciso di cambiare fornitore, dopo esserti accertato di non dover più pagare nulla a quello che stai lasciando, confronta le offerte e decidi quale fa per te. Compara e Risparmia ha trovato quelle dei fornitori più convenienti: scoprile!


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM   © concept & design ITM | ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. | contact | Privacy

P.I.: 10517020011