Categoria: Guide e Consigli

elettrodomestici che consumano di più

Quando arriva il momento di fare un controllo sulle spese domestiche, spesso non si prendono in considerazione i consumi degli elettrodomestici, o si immagina erroneamente che siano alcuni di essi, come il ferro da stiro o il phon, ad avere un impatto in bolletta. Scopri quali elettrodomestici consumano molta elettricità.

Quando prendiamo in considerazione i consumi in bolletta, spesso tendiamo ad incolpare proprio questi piccoli elettrodomestici, non pensando ad esempio che, in realtà, assorbono molta corrente, ma influiscono poco sui consumi in quanto usati con minore frequenza rispetto ad altri elettrodomestici.
Cerchiamo di fare chiarezza e capire quali sono quelli che incidono maggiormente
sui costi in bolletta.

Consigli utili per risparmiare sugli elettrodomestici che consumano di più

Scopriamo come ottimizzare l’uso degli elettrodomestici che consumano di più.

Offerte Enel luce e gas

  • Condizionatore: per rinfrescare la casa quando le temperature salgono vertiginosamente è utile sfruttare elementi per oscurare il più possibile gli ambienti interni, cercando al contempo di mantenere arieggiata la casa.
    Un ottimo consiglio riguarda l’utilizzo di un deumidificatore, abbinato ad un ventilatore:
    verrà ridotta l’umidità e dunque la temperatura percepita. Mantenere la casa fresca tutto il giorno ti consentirà di ridurre drasticamente i tempi di accensione del condizionatore.
  • Lavatrice: utilizzare programmi di lavaggio a temperature basse (massimo di 40°) permette di abbattere fino al 90% dei costi in bolletta riferiti a questo elettrodomestico.
    Il consiglio è di impostare temperature più alte solo quando effettivamente necessario per il tipo di lavaggio.
    Elementi importanti per risparmiare acqua ed energia elettrica, inoltre, riguardano l’utilizzo della lavatrice solo a pieno carico, l’impostazione del prelavaggio solo quando effettivamente necessario ed il dosaggio
    attento dei detersivi; quest’ultimo (non per importanza), è da considerarsi anche una buona pratica per la salvaguardia dell’ambiente.
  • Frigorifero: consuma in media 100-240 kWh poiché attivo sempre, quindi è sicuramente uno degli elettrodomestici a maggior consumo.
    Uno dei consigli che si può applicare immediatamente riguarda l’accortezza di non riempirlo troppo,
    in quanto un frigo pieno richiederà più energia elettrica per mantenere costante la temperatura desiderata; inoltre in questo modo si evitano possibili sprechi alimentari. Utile anche ricordarsi di non inserire cibi caldi, limitare i tempi di apertura e regolare il termostato tra i 3° e i 4°. Una volta inseriti questi semplici gesti quotidiani tra le nostre abitudini, possiamo pensare alla sostituzione del frigorifero, che, per ottimizzare i consumi, dovrà essere di classe A o superiori; è un investimento che si recupera in massimo 3 anni.
  • Forno: questo è l’ultimo in classifica in termini di consumi, in quanto solitamente è usato per poco tempo, rispetto agli altri elettrodomestici. Il consumo maggiore si raggiunge nella fase iniziale di riscaldamento: consigliamo quindi un uso sensato di questo elettrodomestico e di evitare di cuocere una sola porzione per volta. Un forno elettrico impostato a 180°C può consumare 800 KWh nei primi venti minuti di accensione, ma solo 1000 KWh dopo un’ora. Un forno ventilato consentirà di ridurre il tempo di cottura e quindi risparmiare.

Oltre a questi accorgimenti è utile leggere attentamente le bollette della luce e del gas.
Ricorda che cambiare fornitore e tariffa è quasi sempre un vantaggio: su Compara e Risparmia trovi tante offerte, e puoi confrontarle facilmente!


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011