Categoria: Guide e Consigli

recedere contratto luce e gas

Dopo aver stipulato un contratto, ci possono essere dei ripensamenti. Scopri come è possibile annullare un contratto luce e gas

Hai scoperto che la tariffa applicata non è davvero conveniente? Rileggendo il contratto ci sono delle condizioni che non ti sembrano vantaggiose? I motivi per cui si decide di annullare un contratto possono essere tanti.

Recedere contratto: come si esercita questo diritto?

Innanzitutto, vediamo come si differenzia il recesso da un contratto rispetto alla disdettaSpesso questi due concetti vengono confusi. La disdetta si utilizza per impedire il rinnovo automatico di un contratto alla sua scadenza. Il recesso invece fa riferimento allo scioglimento anticipato di un contratto prima della sua scadenza naturale. 

Il Codice del Consumo riconosce il diritto di recesso per i contratti firmati tra consumatori privati e professionisti. Esercitando il diritto al recesso dal contratto, si interrompono gli obblighi assunti con il vincolo contrattuale. Per applicarlo non è necessaria alcuna giustificazione; è sufficiente comunicare l’intenzione di recedere. In alcuni casi la legge prevede un diritto di recesso definito anche come diritto di ripensamento, per esempio per i contratti conclusi a distanza, online o telefonicamente. Il recesso da un contratto in questo caso va esercitato entro 14 giorni, che decorrono dal ricevimento del prodotto o dalla conclusione del contratto, nel caso della fornitura di servizi. Il termine si estende ad 1 anno se l’utente non è stato informato a proposito di questo diritto. Come conseguenza del recesso, se esercitato entro il termine previsto, il fornitore ha l’obbligo di rimborsare il prezzo pagato ed il consumatore, per contro, ha l’obbligo di restituire il prodotto.

In alcuni casi previsti dalla legge inoltre è possibile il recesso anticipato; è prevista cioè la possibilità di recedere dal contratto senza preavviso, qualora la controparte risulti inadempiente. Poniamo l’esempio del contratto di luce o di gas: se il fornitore che abbiamo scelto non ci mette nelle condizioni di usufruire del servizio, allora è da considerarsi inadempiente.

Per tutelare le parti interessate, in questo caso si può richiedere l’immediata risoluzione del contratto attraverso una raccomandata, anche se dovesse esserci una precisa data di scadenza o un rinnovo automatico.

Offerte Enel luce e gas

Recedere da un contratto di luce e gas: quali moduli compilare

Per il recesso dal contratto è necessario compilare l’apposito modulo consegnato dal fornitore, e inviarlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. In alcuni casi, il recesso si può anticipare via e-mail, a condizione che sia seguito dall’invio della raccomandata entro 48 ore.

A questo punto il fornitore dovrà restituire gli importi eventualmente pagati dall’utente, entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione.

Valutare un nuovo fornitore e risparmiare sulla bolletta

Dopo aver annullato il contratto con il precedente fornitore, non ti resta che valutare le tariffe sul mercato: clicca qui per scoprire le più convenienti!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011