Categoria: Guide e Consigli

Ogni quanto arriva la bolletta del gas

Tra le varie scadenze, è facile trascurare il mancato arrivo della bolletta del gas. Ma ogni quanto arriva la bolletta del gas? Perché può capitare che non arrivi per mesi?

Quando si ha una fornitura di gas, magari costosa come nel caso di una attività commerciale, ci si potrebbe chiedere ogni quanto arriva la bolletta del gas. Conoscere con precisione la data dell’arrivo della bolletta, anche per le famiglie, consente di programmare i costi e mettersi al riparo da esborsi molto alti.
Proviamo a capire da cosa dipende l’arrivo
delle bollette.

Quando arriva la bolletta del gas? Motivi della frequenza di invio

Innanzi tutto bisogna capire se il contratto è in regime di maggior tutela o di mercato libero e di conseguenza considerare gli scaglioni dei consumi; maggiori saranno le quantità consumate maggiore sarà la frequenza di invio delle bollette.

Nel primo caso è l’Autorità di regolazione per l’energia reti e ambiente (ARERA) a definire la frequenza di invio, e la ricezione delle bollette fa riferimento ai consumi annui dell’utente.

Nel caso di bollette ordinarie, gli invii sono previsti:

  • ogni 4 mesi, se si stratta di consumi fino a 500 Smc;
  • ogni 3 mesi, se si tratta di consumi tra 500 e 5.000 Smc;
  • ogni mese, per i consumi superiori ai 5.000 Smc.

Ricordiamo che Smc sta per “standard metro cubo”, ed è l’unità di misura utilizzata per la fatturazione, che troviamo indicata in bolletta con la voce “Smc”.

Il consumo di gas fatturato risulta da un calcolo che coinvolge il coefficiente C.

Leggi anche: cos'è il coefficiente C gas?

Offerta Eni Link


Le bollette di conguaglio invece, hanno una periodicità più differita:

  • una volta all’anno, per consumi entro i 500 Smc/anno;
  • ogni 6 mesi, per consumi tra 500 e 5.000 Smc/anno.

Gli utenti che hanno un consumo di gas superiore ai 5.000 Smc/anno non ricevono bollette di conguaglio, poiché i loro consumi fatturati sono effettivi.

Nel caso di fornitura del gas nel mercato libero la frequenza di invio delle bollette potrebbe essere differente. In generale, dovrebbe essere bimestrale o in base alle condizioni contrattuali applicate.

Un fattore che potrebbe incidere sull’arrivo della bolletta del gas sono gli eventuali ritardi del servizio postale, che potrebbero comportare interessi di mora. Questo problema è facilmente risolvibile con la scelta del metodo di pagamento in domiciliazione bancaria (anche detto Rid). L’eventuale difficoltà nella ricezione può essere evitata anche con la richiesta della bolletta digitale, inviata via e-mail.

Bolletta gas non arriva, cosa fare?

Se le bollette continuano a non arrivare è necessario chiederne un duplicato al fornitore e contestualmente verificare con il servizio clienti che l’indirizzo di recapito non sia sbagliato.

Successivamente va mandata una lettera al fornitore, via raccomandata o PEC, con la richiesta di ripristinare la regolare periodicità di invio delle bollette, specificando di non addebitare eventuali interessi di mora o ulteriori oneri. Se arrivassero bollette di gas altissime tutte in una volta, è possibile anche fare una richiesta di dilazione di pagamento degli arretrati e al contempo segnalare l’accaduto all’ARERA.

Se hai ricevuto bollette del gas alte dal tuo fornitore, e stai cercando un nuovo fornitore per risparmiare, confronta le nostre offerte: ti bastano pochi click!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011