Categoria: Guide e Consigli

energia reattiva bolletta

Se hai un'azienda o un impianto oltre i 16,5 Kw ti starai chiedendo la ragione della comparsa in bolletta della voce “energia reattiva” o “penale reattiva”. Si tratta di una penale che viene applicata dal fornitore: vediamo in quali casi e come fare per ridurla.

L'energia reattiva non viene impiegata solo dai macchinari: relativamente alle abitazioni, è quell'energia che viene usata per apparecchi che necessitano di campi magnetici. Tra questi ci sono anche i PC e i televisori.

Leggi anche: quanto consuma un PC?

Energia attiva e reattiva: cos'è lo sfasamento e come intervenire per ridurlo

L’energia attiva è quella che si trasforma nella fase di funzionamento dei dispositivi elettrici, mentre l’energia reattiva è una quota di energia non destinata al consumo immediato, bensì ad essere immagazzinata e poi rilasciata nella rete senza essere trasformata. Questa differenza tra le due voci, anche detta sfasamento, causa un maggiore impegno sulle linee della rete elettrica ed il fornitore si tutela addebitando maggiori costi in bolletta.

La penale è diventata negli ultimi anni più stringente; fino al 2015 veniva applicata quando l'energia reattiva superava 50% dell’energia attiva prelevata, mentre oggi il limite è fissato al 33%. La penale prevede inoltre una maggiorazione nel caso in cui si superi il 75% dell'energia attiva. In bolletta infatti possono comparire le due voci di riferimento distinte: penale reattiva 33 e penale reattiva 75.

Offerta Eni Link

Per non pagare la penale bisogna far installare di un rifasatore, che permetterà di agire sulla penale relativa all'energia reattiva.
Si tratta di uno strumento costituito da condensatori di rifasamento, che forniscono l’energia reattiva necessaria ai macchinari e dispositivi presenti in sede, evitando di prelevarla dalla rete.
Comporta inoltre un'ottimizzazione del sistema, riducendo le perdite di energia dovute alle alte temperature sui cavi e sul trasformatore.

Risparmiare sulle bollette

Una volta risolto il problema della penale e dell’energia reattiva in bolletta, occorre chiedersi se la tariffa applicata dal fornitore non sia troppo alta.

Confrontala con quelle dei migliori fornitori su Compara e Risparmia!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011