Categoria: News e novità

Accensione riscaldamento 2020

Come ogni anno, con l’avvicinarsi della stagione fredda si ripropone la questione dell’accensione del riscaldamento. Scopriamo da quando si possono accendere i riscaldamenti quest’anno in base alla fascia climatica.

L’accensione dei riscaldamenti nei condomini viene regolamentata da una norma nazionale, che può essere derogata dalle regioni e dai comuni in caso di clima eccezionalmente freddo. Questa norma in vigore ha diviso l’Italia in fasce climatiche, e in ognuna le temperature sono più o meno omogenee. Ogni fascia comprende infatti province del Nord, del Centro e del Sud (più le isole). Le date di accensione di quest’anno partono il 15 ottobre e si concludono il 1 dicembre; anche le date di spegnimento dipendono dalla zona di appartenenza e possono arrivare fino a metà aprile.

Accensione riscaldamento 2020: orari e temperature

Come ogni anno, sono stabiliti degli orari entro i quali si possono accendere i riscaldamenti e delle temperature massime. Con una tolleranza di due gradi, in abitazioni e uffici non si possono superare i 20 gradi. Il riscaldamento può essere acceso dalle 5 del mattino in poi e spento entro le 23.

Per quanto riguarda i condomini, ci sono poi i regolamenti condominiali a specificare meglio l’uso del riscaldamento in termini di orari. Per i condomini con riscaldamento centralizzato, all’interno di quelle fasce orarie, ci si può accordare per stabilire gli orari di accensione più consoni alle esigenze degli abitanti dell’edificio. Gli orari di accensione nel condominio sono comunque frazionabili a discrezione degli inquilini, sempre nei limiti consentiti dalla legge.

Riaccendere gli impianti di riscaldamento

Dopo mesi in cui gli impianti di riscaldamento condominiali sono rimasti spenti, occorre fare un controllo?

La risposta è sì: per gli impianti centralizzati, nei condomini vige l’obbligo di eseguire una verifica agli impianti. Per questo intervento è prevista dall’Agenzia delle Entrate un’aliquota IVA agevolata pari al 10%.

Offerta Eni Link

Riscaldarsi con un occhio al risparmio

Se a livello condominiale viene stabilito un orario di accensione molto esteso, anche se non ne usufruiamo perché magari stiamo poco tempo in casa, purtroppo salvo disporre delle termovalvole, dovremmo pagare la quota che ci spetta senza poter risparmiare granché.

Ormai sono ben pochi gli edifici senza la dotazione delle termovalvole (che è obbligatoria per gli impianti condominiali), per cui si riesce ad ottimizzare il riscaldamento risparmiando ma soprattutto evitando sprechi inutili.

Per risparmiare sulle bollette di luce e gas, invece, puoi decidere di cambiare fornitore. Scopri le promozioni, scegli quella più adatta alle tue esigenze e inizia a risparmiare!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011