Categoria: News e novità

È stata nuovamente rinviata la fine del mercato tutelato, questa volta a gennaio 2022. Inserito come emendamento alla manovra fiscale, lo slittamento entra a far parte dei provvedimenti del decreto MilleProroghe.

L’ulteriore rinvio della fine del mercato tutelato in realtà non è l’unica novità in materia di energia. La manovra recentemente approvata del Governo contiene infatti altri cambiamenti, tra cui una consistente proroga agli incentivi per l’acquisto di moto e scooter elettrici. Questa proroga non ha richiesto ulteriori finanziamenti governativi, questo perché i fondi stanziati per il 2019 non sono stati impiegati. Rimane quindi la possibilità di rottamare il proprio scooter Euro 0 – Euro 3 e usufruire di un ecobonus pari al 30% del prezzo di acquisto di un mezzo elettrico.

 

Cause del rinvio della fine del mercato tutelato

La principale causa che ha portato a questo slittamento sta nella segnalazione da parte di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) riguardo al fatto che oltre la metà dei clienti domestici si approvigioni ancora di elettricità e gas tramite il mercato tutelato. Anche le associazioni di consumatori hanno fatto sentire la loro voce sulla questione, sostenendo che questi cittadini non fossero stati informati a sufficienza sull’obbligo di passare al mercato libero. Si è pensato quindi a posticiparne l’applicazione per permettere ai consumatori di fare una scelta consapevole.

 

Come scegliere un operatore del mercato libero e perchè farlo

Mercato libero non significa necessariamente pagare di più per la componente energetica e la materia prima, anzi: scegliere il mercato libero significa prima di tutto poter prendere una decisione in base alle proprie abitudini di consumo.

Tanti fornitori, ad esempio, offrono fasce orarie nelle quali non si paga l’energia o si paga a prezzi davvero convenienti: se si è abituati ad esempio a far funzionare lavatrici e asciugatrici solo in certi momenti della giornata, queste soluzioni offriranno un risparmio immediato sulle bollette. Proprio qui c'è la differenza tra mercato libero e mercato tutelato: nel primo sono gli operatori a fissare i prezzi e l'eventuale scontistica, nel secondo le condizioni economiche sono stabilite da ARERA su base trimestrale.

Ovviamente la scelta dell'operatore del mercato libero va ponderata, e va presa dopo un’attenta riflessione sulle esigenze dei membri della propria famiglia.

Anche scegliere un solo operatore per gas e luce va considerato, soprattutto perché alcuni fornitori offrono dei vantaggi a chi sottoscrive entrambe le utenze. Una scelta andrà comunque fatta, perché aderire al mercato libero sarà obbligatorio, e non scegliere avrà delle conseguenze che andranno ad impattare negativamente sulla bolletta.

 

Cosa rischia chi non sceglie il mercato libero entro il 31 dicembre 2021?

Chi non passa al mercato libero rischia fondamentalmente di subire dei consistenti aumenti in bolletta.

Mentre per ora al mercato libero è affiancato il servizio di maggior tutela, che differisce da quello di salvaguardia, dal 1 gennaio 2022 rimarranno solo quest’ultimo e l’obbligo di aderire al mercato libero.

Il servizio di salvaguardia, disponibile solo per le aziende in difficoltà, diventerà obbligatorio anche per queste ultime, se aderiscono al mercato di maggior tutela e non scelgono in tempo di passare al mercato libero.

L’elemento che farà aumentare la bolletta, se non si passa per tempo al mercato libero, è il parametro omega, che viene aggiunto al prezzo della tariffa di salvaguardia: in sostanza chi non fa una scelta, si troverà a pagare una sorta di “penale” in bolletta. Le tariffe del servizio di salvaguardia sono infatti pensate per le aziende con problemi di solvibilità.

Cosa fare quindi? Per iniziare a risparmiare fin da ora, naviga tra le offerte del mercato libero e attiva al più presto quella che fa per te: con l’avvicinarsi della scadenza del regime di maggior tutela ci saranno sicuramente dei ritardi nei passaggi delle utenze dovuti al fatto che in tanti penseranno di farlo qualche giorno prima dell'inizio dell'obbligo. Su Compara e Risparmia puoi fare tutto in pochi click: inserisci il cap, confronti le offerte ed entri nell’era della bolletta leggera!


Condividi su


Potrebbe interessarti anche

Compara e Risparmia Offerte Luce e Gas

Logo ITM © concept&design ITM. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Contact | Privacy

Il servizio di comparazione tariffe (Luce, Gas, ADSL, Fibra) ed i servizi di marketing sono gestiti da Italia Mobile S.r.l. | Strada Genova, 216 - 10024 Moncalieri (To) | P.I.: 10517020011